News Ticker

Read Runner: la piattaforma per i bambini affetti da dislessia

Ecco la piattaforma vincitrice dell'Impact Hub Fellowship on eHealth che aiuta i bambini nella lettura e nella comprensione di testi

Nasce Read Runner, la piattaforma mobile che aiuterà i bambini affetti da dislessia nella lettura e nella comprensione di testi. E’ questo il progetto vincitore dell’Impact Hub Fellowship on eHealth, il premio lanciato da Axa Italia e Impact Hub di Milano, con l’obiettivo di selezionare una start up che avesse come focus l’applicazione delle nuove tecnologie per il miglioramento delle cure, della salute e del benessere.

Ideata da Maria Gabriella Brondi, Eyal Fried e Remo Ricchetti, la piattaforma mobile è uno strumento che viene in aiuto nel processo di riabilitazione alla lettura, facilitando la lettura e la comprensione dei testi ai bambini affetti da dislessia. Rivolto per ora solo ai bambini dagli 8 ai 14 anni, Read Runner attraverso riproduce un ecosistema terapeutico, attraverso il quale i pazienti, terapeuti genitori e insegnanti possono connettersi e collaborare.
Oltre ad aver ricevuto in premio 20.000euro, Read Runner proseguirà per altri nove mesi il periodo di incubazione in Impact Hub Milano, e una settimana di business boosting e validation a Parigi con il team di esperti di Axa Strategic Ventures, il fondo di venture capital da 200 milioni di euro di Axa.

La voglia e la capacità di innovare dei giovani sono note a tutti noi. Per questo riteniamo di fondamentale importanza fornire supporto ai giovani imprenditori che desiderano migliorare la vita delle persone con le loro idee”, ha spiegato Frédéric de Courtois, Amministratore Delegato di AXA Italia. “In quanto compagnia assicurativa possiamo e vogliamo dare il nostro contributo nella protezione dai rischi a cui vanno incontro gli innovatori. Infatti, per questa seconda edizione dell’Impact Hub Fellowship on e-Health, siamo orgogliosi di premiare un progetto e i suoi fondatori che hanno osato rischiare per apportare significativi miglioramenti alla società. Ci auguriamo che, anche grazie al contributo di AXA, il percorso di questa idee possa spiccare il volo e diventare una storia di successo”.