News Ticker

Aha, Ibm Watson e Welltok insieme per la salute del cuore

Con il cognitive computing, l'Aha personalizza e basa su standard scientifici una nuova offerta per la prevenzione sul posto di lavoro

Migliorare la salute dei dipendenti sul posto di lavoro, servendosi del cognitive computing, ovvero la tecnologia che consente di interagire con i computer in modo molto più immediato, praticamente “parlando” con le macchine e sfruttando la loro capacità di imparare dall’esperienza, grazie alle grandi quantità di dati. E’ questa l’intenzione dell’American Heart Association (Aha), che durante l’American Heart Month, ha annunciato di avere in programma lo sviluppo di una soluzione, prima nel suo genere, che sfrutta le potenzialità del già noto cognitive computing di Ibm Watson. Messo a disposizione con la piattaforma per l’ottimizzazione della salute di Welltok, il progetto avrà lo scopo di contribuire ad alleviare l’impatto delle malattie cardiovascolari.

Il programma aiuterà a valutare le condizioni dell’ambiente di lavoro, così come la salute dei dipendenti in base alla metodologia di misurazione scientifica di Aha, con il nuovo Workplace Health Achievement Index, che utilizza le migliori esperienze per misurare e classificare le iniziative che le aziende propongono ai dipendenti in tema di salute, valutandole anche su quanto viene fatto in termini di prevenzione sul posto di lavoro. Watson avrà il ruolo di fornire, grazie all’analisi cognitiva dei dati contenuti nell’Index, una guida su come un datore di lavoro supporti la salute dei propri dipendenti, ad esempio verrà condiviso come le aziende progettino, misurino e promuovano programmi di prevenzione e tutela della salute dei lavoratori.

Utilizzando la piattaforma Welltok online o via mobile, ogni dipendente potrà decidere se compilare il questionario “My Life Check” , che misura il “Life’s Simple 7”, i sette principali indicatori relativi alla salute cardiovascolare: niente fumo, mangiare sano, essere fisicamente attivi, raggiungere e mantenere il peso forma, tenere monitorata la pressione arteriosa, controllare il colesterolo e ridurre gli zuccheri nel sangue. Welltok sfrutta, quindi, le informazioni del questionario e i dati raccolti tramite i device indossabili per misurare la pressione, fornire consigli personalizzati e aiutare la persona a fare scelte sane, che potrebbero ridurre l’eventuale rischio di malattie cardiovascolari.

“Con Life’s Simple 7 e Workplace Health Achievement Index, proponiamo un programma scientifico per una vita sana e per il benessere in azienda”, spiega Eduardo Sanchez, dell’Aha. “Con questo programma, gli individui e i loro datori di lavoro saranno in grado di beneficiare di soluzioni cognitive personalizzate, progettate per aiutare a migliorare la salute del cuore e ridurre i costi dell’assistenza sanitaria. La nostra speranza è che si possa stabilire un nuovo standard per il miglioramento continuo della qualità del luogo di lavoro”.

Inoltre Watson sarà “istruito” sulle finalità e sulle misure sanitarie specifiche per il benessere del sistema cardiaco in modo da poter raccomandare alle imprese le modalità di creazione di un “ambiente sano” per il cuore. “La nuova era del cognitive computing ha il potenziale per contribuire a trasformare la salute personale, ed è per questo che siamo ansiosi di vedere questa offerta in azione per sostenere il benessere dei lavoratori”, dice Kyu Rhee del IBM Watson Health. “Questa è la prima volta che Watson si occupa della salute del cuore, e non vediamo l’ora di lavorare con un maggior numero di membri della AHA CEO Roundtable, modello per le iniziative dedicate alla salute cardiaca in azienda”.

Il peso globale relativo a possibili malattie cardiache che affligge la forza lavoro di una multinazionale, ammonta in un anno a circa 1-3 morti e a più di 312.6 miliardi di dollari in spese sanitarie e perdita di produttività. Un nuovo studio di Aha ha dimostrato che attenersi semplicemente ai ‘Life’s Simple 7’ può aiutare a ridurre il rischio di malattie cardiache, ictus, cancro e molti altri problemi di salute. Le persone che raggiungono l’equilibrio ideale in tutti i sette i punti possono diminuire significativamente il rischio di incorrere in malattie cardiache e ictus. “Mettere questo innovativo programma nelle mani dei consumatori, li aiuterà a mantenere e anche a migliorare il proprio stato di salute”, afferma Jeff Margolis di Welltok. “Non vediamo l’ora di lavorare con Ibm e Aha, nonché con le più importanti aziende del Paese, per ottimizzare la salute dei lavoratori degli Stati Uniti e cercare di eliminare il tributo umano e minimizzare l’impegno finanziario relativo alle malattie del cuore”.