News Ticker

Cancro al seno: una app per il sostegno delle donne

In arrivo una app capace di fornire un sostegno continuo alle pazienti, aiutandole a gestire i sintomi, gli effetti collaterali delle terapie e a monitorare l'andamento della malattia

Gestire i sintomi, gli effetti collaterali e dare supporto alle pazienti con cancro al seno. E’ questo lo scopo di Care Expert, la nuova app della Sahlgrenska Academy dell’Università di Göteborgche (Svezia), pensata per assistere le donne durante i trattamenti. Il programma, di cui per ora esiste solo un prototipo, fornisce alle pazienti un sostegno continuo, particolarmente significativo soprattutto dopo la diagnosi o l’inizio di una cura: aiuta le pazienti a individuare eventuali sintomi ed effetti collaterali del trattamento, fornisce consigli su base scientifica per una cura su misura incentrata sulle esigenze della singola persona.

Come scrive SaluteSeno di Repubblica, la nuova app ha tre funzioni: Symptom Expert, Report a symptom e Calendar. La prima aiuta le donne a identificare gli effetti collaterali dei trattamenti e, tramite un software, invia consigli su misura basati sulle evidenze scientifiche. La seconda permette invece di comunicare direttamente con un infermiere di senologia via messaggio privato, ricevendo indicazioni personalizzate. Infine la terza funzione, Calendar, consente di tenere traccia di tutti i dubbi e dell’andamento della malattia.

Lo studio svedese, condotto su 226 donne in cura per il cancro al seno, dimostra ancora una volta che le informazioni sulla diagnosi e la terapia da seguire ricevute dell’equipe medica durante le visite non bastano a sostenere le donne nella gestione della loro situazione personale, caratterizzata spesso da un senso di vulnerabilità, paura e impotenza.

“Esistono già una serie di app che cercano di rispondere a questa esigenza, ma Care Expert è la prima basata su principi di cura incentrati sulla persona, in cui l’attenzione è rivolta all’individuo piuttosto che alla sua malattia”, spiega Filipa Ventura, autrice dello studio. “Se gli strumenti di e-support vogliono davvero rispondere ai bisogni delle pazienti, queste devono essere coinvolte fin dall’inizio dello sviluppo. Uno dei principali vantaggi della nuova applicazione è che integra le prospettive del paziente e del team sanitario, rappresentando una chiave per il successo delle applicazioni e-Health”.