News Ticker

Lazio: online i referti radiologici

Arriva agli Istituti Regina Elena e San Gallicano il servizio di visualizzazione e stampa online di referti e immagini radiologiche, tramite semplice connessione a Internet

Da febbraio è attivo, agli Istituti Regina Elena e San Gallicano, il servizio di visualizzazione e stampa online di referti e immagini radiologiche (RX, TAC, RM,ecografie), tramite la semplice connessione a Internet, da casa o da qualunque altro luogo che disponga di un accesso al web. Gli IFO (Istituti Fisioterapici Ospitalieri) sono il primo ente pubblico del Lazio a offrire l’innovativo servizio utile ai cittadini, a medici curanti e agli specialisti esterni.

“I vantaggi di questa nuova tecnologia”, spiega Gianluca Ferrara, Responsabile dei Sistemi Informativi IFO, “sono da un lato semplificare ai cittadini l’accesso ai referti, dall’altro ottimizzare le risorse interne, perché non sarà più necessario dedicare personale alla creazione e consegna del cd, alla stampa del referto, all’allestimento della cartellina, e quindi si risparmierà sul materiale di consumo oltre che sulla manutenzione del robot che genera il cd: un servizio dunque che coniuga innovazione è sostenibilità”.

Le Radiologie degli Istituti Regina Elena e San Gallicano, producono mediamente oltre 2.000 esami ambulatoriali al mese. Se fino a oggi i pazienti ambulatoriali potevano ritirare il referto solo allo sportello, con il servizio di referti radiologici online è possibile accedere, tramite un portale dedicato, alla consegna online, tramite pc, tablet o smartphone: Il paziente può scaricare il pdf del referto firmato digitalmente, visualizzare le immagini digitali e scaricare il file anche su CD o pen drive. Non solo. Sempre dal portale, è possibile inviare un link al proprio medico curante autorizzandolo alla visione del referto.

Nei prossimi 5 mesi, inoltre, verrà introdotto un sistema automatizzato che consentirà al cittadino di stampare in qualsiasi momento e in totale autonomia, i referti radiologici e di laboratorio analisi.

“Un sistema di consegna referti totalmente automatizzato”, afferma Ferrara, “sarà a regime entro l’estate. Si potrà comunque stampare in istituto il referto ed il CD ma in totale autonomia attraverso un codice a barre da inviare ad un sistema computerizzato. Questo permetterà agli IFO di rendere totalmente automatizzata la consegna di tutti i referti radiologici e di laboratorio, senza l’ausilio di risorse umane, rendendo così il servizio fruibile H 24 e sette giorni su sette sia in rete che in sede”.

“Sono molto soddisfatta”, conclude Marta Branca, Commissario Straordinario IFO, “del progetto di digitalizzazione dei referti. Questi nuovi sevizi accrescono il benessere del cittadino e favoriscono la sostenibilità del sistema sanitario. I nostri obiettivi sono rivolti ad uno sviluppo virtuoso e intelligente. E’ questa la direzione che vogliamo percorrere con tenacia”.