News Ticker

Arriva Digital Magics Healthtech, il programma d’incubazione per le startup della salute

Il programma intende supportare neoimprese digitali nel settore salute e sviluppare programmi di ‘Open Innovation’ per le imprese italiane e la sanità pubblica

Digital Magics, business incubator quotato sul mercato Aim Italia di Borsa Italiana, in collaborazione con Healthware International, multinazionale nella consulenza e strategia di comunicazione salute, lancia Digital Magics HealthTech, programma di accelerazione specializzato per le startup digitali del settore della salute, con l’obiettivo di contenere i costi e migliorare i servizi all’interno degli operatori industriali e delle strutture ospedaliere.

Il nuovo programma permetterà alle startup digital health di accedere a un percorso unico di incubazione e accelerazione integrato a 360°, che va dallo sviluppo del prodotto o servizio alla strutturazione del modello di business, dal primo finanziamento seed al lancio sul mercato, dal supporto di management per il mercato italiano all’internazionalizzazione. Si rivolge anche a sanità pubblica, case farmaceutiche, aziende sanitarie e imprese italiane che operano nel consumer health, wellness e medical device per progettare e sviluppare programmi di Open Innovation, generando valore aggiunto e creando innovazione interna grazie all’interazione con l’ecosistema delle startup digitali.

“La tecnologia applicata alla salute e alla sanità sta rivoluzionando drasticamente questi settori a livello mondiale”, spiega Roberto Ascione Ceo di Healthware International e Partner di Digital Magics HealthTech. “Le startup ricoprono un ruolo fondamentale nello sviluppo di nuovi prodotti e servizi per migliorare la vita dei pazienti e per innovare i processi interni delle aziende”.

“Nel 2014 – afferma Layla Pavone, Amministratore Delegato di Digital Magics per l’Industry Innovation – la spesa in ICT nella sanità italiana è tornata a crescere, ma è necessaria una roadmap digitale e come Digital Magics HealthTech crediamo di poter aver un ruolo strategico ed essere un attore importante in questo settore, sia nel pubblico che nel privato, per contribuire a sviluppare piani strategici per l’innovazione”.