News Ticker

CancerLinQ, il più grande database oncologico si presenta all’Asco

L'ultima versione della piattaforma è stata presentata al 51° congresso della società americana di oncologia medica

Era gennaio scorso quando l’America Society of Clinical Oncology americana annunciava l’inizio della collaborazione con l’azienda tecnologica Sap per la realizzazione di una piattaforma che raccogliesse tutti i dati dei pazienti oncologici. Il progetto si chiama CancerLinQ e al congresso dell’Asco, in svolgimento fino al 2 giugno a Chicago, ne è stata presentata l’ultima versione. Quando sarà completo il database fornirà dati di vita reale di milioni di pazienti e permetterà quindi di prendere decisioni terapeutiche sulla base delle evidenze raccolte.

“CancerLinQ migliorerà la terapia oncologica perché consentirà ai medici di avere informazioni aggiornate in modo che i pazienti possano avere la terapia migliore e più adeguata indipendentemente da dove vivono”, ha spiegato Clifford A. Hudis, oncologo che fa parte dell’advisory commitee della piattaforma. “Con CancerLinQ possiamo inoltre capire cosa succede nel corso delle terapie a quel 97% di pazienti adulti che non è coinvolto negli studi clinici”.

“Immagina che nella tua professioni tu potessi vedere più di 400mila pazienti al giorno”, così si legge sul sito di CancerLinQ. Perché questo è quello che la piattaforma promette: trattare ogni singolo paziente alla luce dei dati di centinaia di migliaia di casi. A oggi il sistema consente di monitorare la qualità clinica nella vita reale, capire quali sono i trend che potrebbero migliorare la terapia, identificare gruppi anonimi di pazienti con caratteristiche simili per capire come sono trattati.

CancerLinQ è sviluppata grazie alla piattaforma Sap Hana già usata dal National Center for Tumor Disease di Heidelberg, in Germania, per accelerare la ricerca in campo oncologico e migliorare il matching degli studi clinici.